E’ ora di riprendere in mano la situazione

8 Ott

Noi donne costituiamo la metà esatta della società. Noi donne lavoriamo, studiamo e ci impegnamo esattamente come gli uomini.

Eppure nonostante il nostro impegno la società italiana è ancora per buona parte in mano agli uomini.

I salari in molto casi a parità di ruolo sono più bassi di quelli degli uomini.

Nonostante risultiamo brillanti a scuola e all’università questo non si traduce in una conseguente valorizzazione in ambito lavorativo.

Ancora oggi molte donne perdono il lavoro o sono costrette a licenziarsi dopo il parto.

Sulle donne gravano tutte le mancanze dello Stato.

Manca la copertura totale per le domande degli asili nido e nelle scuole materne.

I posti di potere e di gestione della cosa pubblica sono ancora in mano quasi esclusivamente agli uomini.

La rappresentanza delle donne in politica è minima.

Il corpo delle donne viene ogni giorno umiliato dai mezzi di comunicazione di massa.

Il corpo delle donne è sovraesposto e denudato.

La televisione è piena di donne mute e ammiccanti che non ci rappresentano

Le ragazze ricevono dalla televisione modelli sbagliati se non qualche sporadico modello che si distacca dalla normalità

Ci sono solo corpi rifatti e plastificati dai bisturi, una bellezza molto lontana da ciò che noi siamo veramente. Dalla nostra bellezza vera e reale

I consultori familiari vengolo lentamente smontati e trasformati in altro, un qualcosa in mano a persone che non mettono al centro la nostra dignità

Noi donne diremo basta e ci riprenderemo l’8 marzo e con esso tutti i nostri diritti.

E a quelli che ci diranno di proporre qualcosa…noi proporremo qualcosa, di molto pratico.

Dei modelli di legge già applicati in Norvegia, Svezia, Francia, Spagna ecc.

Noi dimostreremo che molto si può fare per cambiare le cose!

E soprattutto chiariremo una volta per tutte che l’8 Marzo 2011 sarà solo l’inizio

E’ ora di USCIRE DAL SILENZIO

Annunci

Una Risposta to “E’ ora di riprendere in mano la situazione”

  1. anna 16 febbraio 2011 a 9:47 pm #

    mi pare una buona idea lanciare uno sciopero delle donne l’8 marzo 2011
    bisogna pensare se dal lavoro o da tutto ciò che non è lavoro retribuito ….
    ogni persona deve convincere 5 persone che non sono andate alla manifestazione se non ora quando ad andare l’8 sempre per lo stesso motivo. la festa vera e propria rimandiamola speriamo al 7 aprile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: